facebook      pinterest  email       informazioni

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Accetto le condizioni
      e i termini di Privacy

Blog della scuola 

Il fascino della Penisola in Cucina

Share

penisola cucina 400x400jpg

Spesso si pensa alla penisola in cucina come a un decoro già superato, invece questa contenuta edificazione continua ad interessare, grazie agli sviluppi del gusto estetico, ai nuovi materiali e i design che la rendono sempre più funzionale ed attraente.

La cucina open space appare più comoda, agevole e pratica quando espone una penisola, perché questa permette a chi si accinge a cucinare di dialogare con i famigliari o gli invitati, rimanendo parzialmente appartato senza essere disturbato nella propria esplicazione.

La penisola può esistere esclusivamente in qualità di piano di lavoro. Quando non viene utilizzata a questo scopo, può sostituire il tavolo in funzione di una colazione o un pranzo fugace.
La zona pranzo rimarrà pulita agevolando gli interventi di riassetto.
Può anche rappresentare da sola tutto l'apparato della cucina, perché può contenere i mobiletti per conservare l'attrezzatura, come mensole, cassetti o contenitori vari, lavello, fuochi, e tutto il necessario per lavorare con comodità e destrezza.

Inoltre costituisce da sola l'angolo di attrazione del locale.

Una realizzazione adeguata, conforme ai pavimenti, alle tinte murarie e al piastrellato, renderà il tutto molto allettante. La penisola può essere a L, lasciando intuire un preambolo di invito all'accesso nell'area interna, oppure a C, più intima, per chi preferisce non avere intrusioni. Può essere a forma quadrata, lineare o tondeggiante, ma deve sempre possedere un'estetica in armonia con l'ambiente che la ospita.

Creare una penisola significa dare un tocco sapiente di make-up alla stanza, che potrà essere moderno, classico o rustico, in equilibrio con lo stile dell'abitazione.

La realizzazione non è complicata e in tanti casi è compiuta dal proprietario stesso allo scopo di rendere, quella che una volta veniva chiamata "cucina abitabile", più conforme ai tempi attuali che apprezzano la zona living.
Infiniti materiali di ogni genere e tipo si prestano all'attuazione:

  • il legno, più rustico e tradizionale,
  • l'acciaio, resistente e igienico, di facile pulitura,
  • il laminato, per cui si intende un rivestimento impermeabile, economico, in varie tonalità e versioni, come l'effetto legno, il laccato, che consiste nella verniciatura di un pannello a diversi effetti, lucido, opaco, anticato ecc. si offre in un'infinità di colori.

Il piano della penisola, può essere progettato in legno, in pannelli impiallacciati o in massello di noce, rovere, ciliegio. In commercio ne esistono di varie versioni, sono solo da posizionare, con bordatura o senza, già tagliati o da tagliare sulla lunghezza a piacimento.

Ne esistono poi in marmo lucido o poroso, trattato con tecniche che li rendono impermeabili, delicati ma di grande impatto, in acciaio inox come il corpo strutturale della penisola, o quelli più pregiati in piastrelle di ceramica, i più resistenti in assoluto.

Per gusti più raffinati ci sono poi anche quelli in vetro temperato, la tempra è una lavorazione costituita da un riscaldamento ad altissime temperature e un successivo raffreddamento rapido, questo rende il vetro resistentissimo. Questi piani da lavoro sono colorati, luminosi, con un'impronta leggera, gradevole e suggestiva quando accostati ad elementi contrastanti come il legno, ecocompatibili, moderni, donano alla cucina particolare fascino e un tocco di classe.

Gian Maria Brega

 

Se il mondo dell'Home Staging ti affascina, allora traduci questa tua passione in professione e realizza il sogno di fare un lavoro che ti piace.

>> CLICCA QUI e diventa anche Tu un Home Stager Qualificato HSP©

Aggiungi commento


Security code
Refresh