facebook      pinterest  email       informazioni

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Accetto le condizioni
      e i termini di Privacy

Blog della scuola 

Home Staging e Arredamento

Share

mobili

L'Home Staging si fa anche con l'arredamento anzi, soprattutto, grazie ad esso.

Un bravo Home Stager sa rendere più bella ed accogliente una casa solo grazie a giochi di luce, colori, nuove pavimentazioni, soffitti originali e infissi e pareti rinnovate in stili particolari. In tutto questo, però, i mobili sono sicuramente i complici preferiti.
Anzi, nelle classiche prove del "Prima & Dopo" è proprio l'aggiunta del mobilio la vera protagonista che trasforma il palcoscenico.

Con i mobili si può giocare, si può rappresentare lo stile che si vuole conferire all'abitazione e, in particolare, attraverso i vari materiali dei quali sono composti, si può infondere all'interno dell'immobile l'atmosfera più adatta.

Molte volte è possibile ottenere l'effetto desiderato, spendendo pochissimo, grazie al riuso e al rinnovo degli stessi mobili.
Il riciclo creativo, accompagnato a idee low cost, saprà sorprendere grazie alla creatività e a tecniche di "restyling", appositamente studiate per donare nuova vita al pezzo o al complemento d'arredo.

E' così che una dimora potrà apparire umile ma confortevole, nobile e raffinata, elegante e chic, calda e colorata.

Il mobile, molto spesso, richiede l'affiancamento di ulteriori materiali e, prevalentemente, si parla di tessuti: poltrone, sedie, letti, tavoli e divani richiedono coperture che arredano da sole. Grazie alle stoffe e alle tinte, diverse tra loro, è possibile infatti creare scenari incantevoli che occorre assolutamente mostrare.

Un letto pertanto dovrà essere concepito ordinatamente con lenzuola, coperte e cuscini così come un tavolo che, con una tovaglia sopra e un centrotavola, cambia sicuramente la sua immagine rendendola più affascinante. Tutte accortezze che "sanno di casa" e fanno innamorare l'acquirente a prima vista.

La posizione dei mobili e il loro numero sono fondamentali.
La stanza non dovrà apparire sovraffollata e nemmeno troppo vuota, a regalare il senso della mancanza e della non curanza. I mobili principali e di grandi dimensioni dovranno essere posizionati nei giusti luoghi, per rendere il locale comodo e accessibile e non sprecare spazio prezioso.
Un buon Home Stager deve avere occhio anche per questo!

Saranno sicuramente apprezzate le idee originali, ma attenzione a non cadere nella scomodità per troppo egocentrismo. Avremo porte e finestre che ci ostacoleranno e si dovrà trovare quindi la soluzione migliore.

Quella casa verrà vissuta ogni giorno e non solo ammirata.

I mobili importanti inoltre spesso possono scurire l'ambiente e questo piace sempre poco. La luce, soprattutto quella naturale del sole, è molto apprezzata e non deve essere impedita dall'arredamento. In alcuni casi infatti è consigliabile scegliere mobili dalle dimensioni più ridotte, prevalentemente quando si deve  svolgere un'attività di Home Stanging in immobili di "vecchio stampo", composti da molte stanze, ma piccole. In questo caso è preferibile buttare giù qualche parete ove è possibile. Oggi si prediligono gli spazi ampi e luminosi mentre un tempo avendo una prole molto più numerosa di adesso occorrevano tanti locali.

Le esigenze cambiano e cambiano anche gli stili. Bisogna stare al passo con i tempi e un Home Stager deve mantenersi sempre aggiornato. Anche per quel che riguarda il posizionamento dei mobili, che può apparire una semplice operazione ma che così semplice non è.

Gian Maria Brega

 

Se il mondo dell'Home Staging ti affascina, allora traduci questa tua passione in professione e realizza il sogno di fare un lavoro che ti piace.

>> CLICCA QUI e diventa anche Tu un Home Stager Qualificato HSP©

Aggiungi commento


Security code
Refresh